Contenuto pagina
Cultura.pesarourbino.it
Provincia di Pesaro e Urbino
Sito in fase di aggiornamento a seguito del riordino delle Province (L. 56/14 e L.R. Marche 13/15)

PiU' cultura! La cultura partecipa, partecipa alla cultura

lunedì 12 novembre 2012

Progetto sperimentale di bilancio partecipativo della Provincia di Pesaro e Urbino

L'Assessorato Politiche culturali promuove, per il 2012, il progetto sperimentale PiU' Cultura!

La volontà della Provincia di Pesaro e Urbino è quella di  avvicinare i processi decisionali e progettuali il più possibile ai cittadini fruitori di cultura, coinvolgendo questi ultimi non solo passivamente ma quali co-decisori dell’allocazione delle risorse di finanziamento ai progetti di carattere artistico-culturale; questa azione istituzionale è prevista nella pianificazione strategica nonché nella programmazione dell’Ente, infatti il Piano strategico “Provincia 2020” approvato dal Consiglio provinciale con delibera n. 65 del 28 luglio 2011 prevede espressamente l’attivazione di un percorso innovativo di Bilancio Partecipativo per individuare interventi da finanziare in campo culturale e l’azione è stata altresì inserita nella relazione descrittiva relativa  al Programma Cultura  di accompagnamento al bilancio 2012 dell’Ente.

Con determinazione dirigenziale n. 3745 del 30.12.2011 la Provincia ha pertanto approvato il progetto preliminare denominato “PiU’ Cultura! La cultura partecipa, partecipa alla cultura! (da spettatori in prima fila ad attori protagonisti presentato dall’Associazione Centro Studi Democrazia Partecipativa di Milano, presidente dott. Stefano Stortone (statuto e atto costitutivo), associazione culturale non a scopo di lucro finalizzata alla diffusione delle pratiche di democrazia partecipativa, tra le poche in Italia altamente  qualificata nel settore della progettualità, studio e attuazione di azioni di promozione e diffusione di pratiche inerenti il bilancio partecipativo.

Con la stessa Determina la Provincia ha pertanto proceduto, ai sensi dell’art. 125 del DLGS 163/2006 e degli articoli 54 e 57 del Regolamento provinciale dei Contratti, all’affidamento diretto alla medesima Associazione della progettazione esecutiva e della realizzazione pratica di un intervento articolato  di democrazia partecipativa sul territorio provinciale, stipulando apposito contratto di servizio per l’importo complessivo di Euro 8.900,00 (i.c.).

I costi includono le preliminari azioni formative/informative interne, gli incontri preparatori, la comunicazione territoriale, la progettazione esecutiva, l’elaborazione di materiali di  partecipazione e comunicazione,  la realizzazione della piattaforma web, la gestione di contenuti e flusso, l’elaborazione dati, le relazioni esterne.

Il progetto PiU’ Cultura! promosso dalla Provincia di Pesaro e Urbino si configura come un processo innovativo, articolato e complesso attraverso il quale i cittadini decidono direttamente come allocare risorse economiche pubbliche finalizzate ad attività culturali; l’innovazione risiede non solo nella procedura partecipativa ma anche nella scala territoriale in quanto non sono  stati finora  sperimentati progetti di bilancio partecipativo su scala vasta quale il territorio di una provincia.

In dettaglio, il progetto di pone quali finalità quelle di:

· aiutare e connettere i produttori e promotori di cultura con i fruitori-cittadini, attraverso la co-decisione, la co-progettazione e co-realizzazione delle iniziative;

· mobilitare la cultura – produttori e promotori – al coinvolgimento della cittadinanza attraverso incontri, iniziative, spettacoli ecc.;

· spingere la cittadinanza a diventare essa stessa produttrice e promotrice di cultura;

· aumentare la trasparenza, i canali informativi e dialogici – dunque la prossimità – della PA con la cittadinanza (decisioni e gestione delle risorse pubbliche) e tra la cittadinanza stessa;

· creare uno spazio di informazione, discussione e progettazione permanente dove si concentrano tutte le realtà associative ed i cittadini interessati al tema della cultura, oltre che esperienze interne ed esterne;

· mappare le esigenze culturali della popolazione residente, fornendo idee provenienti dal basso ai produttori di cultura;

· operare una maggiore redistribuzione delle risorse tra le varie realtà culturali, favorendo la nascita di nuove e l’avvio di co-finanziamenti;

· rendere la Pubblica Amministrazione realmente sussidiaria in forma orizzontale, cioè facilitatrice dei processi di partecipazione;

· diffondere la consapevolezza delle potenzialità insite nel bilancio partecipativo e nella cittadinanza attiva;

I fondi messi a disposizione con la  procedura  sperimentale di bilancio partecipativo “PiU’ Cultura!”  sono ricompresi negli stanziamenti della Legge regionale 4/2010 (beni e attività culturali – per Euro 50.000) e della Legge regionale 11/2009 (spettacolo – per Euro 20.000): i progetti che saranno presentati dovranno pertanto conformarsi alle indicazioni e previsioni dettate dalle due leggi del settore cultura e dai relativi programmi operativi.

RICAPITOLANDO... "PiU’ Cultura!”  

Cos'è?

è un progetto sperimentale di bilancio partecipativo applicato su scala provinciale e alle risorse pubbliche destinate alle attività culturali, e sarà praticamente quasi tutto online. Il bilancio partecipativo è una forma di democrazia dove i cittadini stabiliscono direttamente – e secondo determinate regole – come spendere le risorse pubbliche locali. In breve: i cittadini propongono, discutono, progettano e alla fine votano i singoli progetti da finanziare. Nel nostro caso sono gli enti e le organizzazioni riconosciute a presentare progetti, come la normativa prevede, ma la cittadinanza li discute, contribuisce e infine li sceglie.

Scarica il progetto

Come?

Gli enti e le organizzazioni riconosciute sono invitate a presentarsi pubblicamente online assieme ai propri progetti e coinvolgere la cittadinanza che, parimenti, potrà pubblicare le proprie idee così come indicare in quali ambiti culturali investire più risorse. Entro il 14 ottobre dovranno essere presentati i progetti definitivi che saranno vagliati dall'amministrazione provinciale secondo criteri di sola forma e non di merito. Sarà la cittadinanza, successivamente, a valutarli nel meri, votandoli. Tre categorie speciali di progetti avranno accesso privilegiato al finanziamento (votati a parte) e riguarderanno: giovani, territorio a bassa densità abitativa e una selezione curata dall'amministrazione.

Scarica la modulistica per la presentazione dei progetti 

Perché?

L'obiettivo di PiÙ cultura! è culturale e consiste nel proporre e stimolare una nuova e diversa cultura della partecipazione alla vita pubblica, spostandola innanzitutto dalla delega sino alla gestione diretta delle risorse pubbliche. PiÙ cultura! lo fa in una maniera molto semplice: adattando la tradizionale forma di finanziamento delle iniziative culturali ad un processo partecipativo. La mentalità della "delega" pervade la nostra cultura, fino anche alla stessa produzione culturale. La convinzione di fondo è che questo cambio di rotta faccia nascere poi ulteriori e migliori forme di coinvolgimento e partecipazione, come attività culturale in sé. Da qui nasce anche lo slogan del progetto “La cultura partecipa, partecipa alla cultura!”.

Quando?

•I proponenti potranno consegnare i propri progetti entro il 14 ottobre.
ATTENZIONE I TERMINI SONO STATI PROROGATI FINO ALLE ORE 23:59 DI LUNEDI' 29 OTTOBRE 2012

•L'amministrazione provinciale ne verificherà la conformità alle leggi di settore prima di presentarli al voto

•La cittadinanza sarà chiamata a scegliere quali finanziare tra i progetti presentati a partire dal 16 novembre fino al 2 dicembre

PER SAPERNE DI PIU' E PER PARTECIPARE  www.piucultura.org

Copyright © 2019 Provincia di Pesaro e Urbino - Gestito con Docweb [id] - Privacy Policy